ACR

L’A.C.R… cos’è?

L’A.C.R. è…una proposta educativa che crede nella capacità dei ragazzi di essere protagonisti della propria crescita umana e cristiana. Attraverso esperienze formative e una vita di gruppo ricca e coinvolgente aiuta i ragazzi:
– ad educare al dono di sé, aiutando il ragazzo ad aprirsi al graduale rapporto con gli altri, curandone lo sviluppo e la qualità;

– ad educare alla responsabilità, accentuando il ruolo di soggetto attivo di scelte, di decisioni, di azioni. Di questi suoi atti egli si sente responsabile in quanto dipendono da lui ed è chiamato a risponderne;

– ad educare al rapporto personale con Cristo, che ama incontrare ogni uomo, ogni ragazzo, per fargli dono della salvezza. L’incontro va però scoperto, apprezzato, mediante un crescente aprirsi a Cristo da parte del ragazzo. Ciò avverrà attraverso un cammino di fede adatto alla sua età;

– ad educare a vivere la Chiesa, facendo in modo che questa appartenen za alla Chiesa si realizzi e si dispieghi secondo un crescendo articolato di atti vitali: la graduale scoperta della comunità, la consapevole appartenenza ad essa, la partecipazione impegnata alla sua vita.

 

 

Storia

Per chi si chiede quando è arrivata, quando è iniziata l’A.C.R. qui nella nostra Unità Pastorale, la risposta potrà stupire tutti.

I primi documenti che testimoniano della presenza dell’A.C.R. a Vidor (Azione Cattolica Ragazzi) risalgono al 1977; da lì in poi i numeri del tesseramento parrocchiale parlano chiaro, erano molti i bambini che partecipavano: per dare un’idea, tra i 40 e i 70.

È sempre stata una realtà viva e dinamica che vedeva coinvolti molti giovani dai 15 anni in su nell’animazione dei ragazzi; ed erano molto presenti sia in forania che in diocesi.

L’A.C.R., quindi, non è una realtà del tutto nuova, forse solo da rispolverare.

Dal 2015 l’A.C.R. ha voluto darsi una forma diversa, allargarsi e diventare ACR di Unità Pastorale, per dar modo agli educatori di condividere, collaborare e di fare unità e tessere legami come lo è stato per i giovani.

Il gruppo degli educatori

Oggi l’A.C.R. è composta da un gruppo di 7 educatori e aiuto-educatori di tutte e quattro le parrocchie, dai 16 ai 20 anni. Tra loro ci sono due responsabili parrocchiali, che coordinano le attività e sono punto di riferimento per bambini e genitori che aderiscono alla proposta. Le responsabili, Serena Fattorel e Elisa Bernardi, vengono sostenute e accompagnate dagli educatori più grandi, per mantenere proprio l’attenzione che si ha del cammino di ognuno.

Gli educatori e gli aiuto-educatori accompagnano lungo il cammino bambini e ragazzi tra i 6 e i 13 anni, da ottobre a maggio, ogni sabato pomeriggio presso la Canonica di Moriago della Battaglia.

 

Le tappe durante l’anno

L’A.C.R. è scandita tutto l’anno da delle tappe importanti che sono momento di festa e di comunione:
1) Il mese del CIAO
Questa prima tappa dà l’apertura all’anno associativo e coincide con l’inizio delle scuole. L’obiettivo principale è che il gruppo A.C.R. riprenda a vivere a pieno ritmo, il secondo obiettivo è che il gruppo si dia da fare per farsi conoscere da altri ragazzi i quali potranno entrare a farne parte.

2) Il mese della PACE
L’educazione alla pace offre ai ragazzi dei gruppi iniziative concrete realizzatrici di pace nell’ambiente immediato di vita; tutto ciò con pubbliche manifestazioni che diffondono ideali di pace, o con attività rivolte a persone o ambienti, specie a ragazzi, che vivono problemi e situazioni dove mancano le condizioni elementari della pace.

3) Il mese degli INCONTRI
È destinato a far incontrare fra di loro i gruppi A.C.R. Gli incontri sono molteplici e crescenti: l’incontro interparrocchiale come appuntamento di gruppi di parrocchie vicine; l’incontro diocesano, al quale partecipano tutti i gruppi della diocesi. È da sottolineare il valore educativo di questi incontri quale momento di festa, di scoperta, di solidarietà, di apertura e di scambio.
4) L’estate A.C.R. come TEMPO ECCEZIONALE
I campiscuola estivi organizzati dall’A.C.R. raccolgono i ragazzi in un ambiente adatto fuori parrocchia e offrono loro un’esperienza che è ricchissima di possibilità. Il campo è gestito da educatori provenienti da tutta la diocesi e da un sacerdote. L’esperienza ci dice che questi campiscuola realizzano un clima piacevolissimo di avventura e di novità che incide molto positivamente sui ragazzi.

 

Chi è l’educatore ACR?

L’educatore A.C.R. è un giovane laico a servizio della Chiesa. Entrare nell’Azione Cattolica implica il fatto di sentirsi parte di un progetto-missione: vivere l’identità cattolica e trasmetterla agli altri tramite il Vangelo.

E il compito dell’educatore A.C. è proprio questo: far conoscere la Parola di Cristo. Ma in una prospettiva diversa dal comune.

All’A.C.R., grazie ad attività giocose (non semplici giochi!!!), esperienze di vita raccontate, esempi di Cristo presente nella loro – e anche nostra – quotidianità, i ragazzi riusciranno a far comparire lettera per lettera la parola “Vangelo” anche nel retro di quel libro di cui non sapevano l’identità. Grazie a questo, ciò che hanno scoperto rimarrà più impresso e avranno avuto una conoscenza della Parola di Dio in un modo molto più semplice ma non per questo meno profondo. In questo modo si facilita un po’ il compito dell’educatore nella sua mansione più difficile, cioè rispondere alle “domande di vita” poste dai ragazzi.

 

L’educatore sa che non è solo ma fa parte di una grande Comunità – la Chiesa – dalla quale può tranquillamente trarne consigli, aiuto e collaborazione. Questo spiega il fatto che l’educatore non si deve sentire tale solo nella propria parrocchia, ma soprattutto fuori da quest’ambiente.

Riuscirà così ad essere un laico al passo coi tempi, perché sarà in grado di far riconoscere il Vangelo e Cristo come una realtà nella nostra quotidianità.

 

MOMENTI FORMATIVI

Gli educatori A.C.R. partecipano durante l’anno a:

  • Momenti di formazione a livello diocesano: percorsi RED, New RED, RED-Gold

  • Esercizi spirituali

  • Gruppo giovani di appartenenza

… perché fondamentale, e cosa che non deve mai mancare, è la cura del proprio percorso personale e spirituale.

“CIRCOndati di gioia”
Tema dell’anno 2017

Il tema di quest’anno “CIRCOndati di GIOIA” spiega bene la nostra mission: CIRCOndati di gioia è il nostro modo di essere Chiesa, l’esperienza che vogliamo che i ragazzi vivano entrando a far parte di questa associazione. CIRCOndati di gioia è l’invito che speriamo ciascun ragazzo faccia alle persone che incontra.

 

Campiscuola A.C.R.
Camposcuola elementari 2015

Sono molti i ragazzi che, durante l’estate, partecipano ai campiscuola diocesani di Azione Cattolica. L’estate, infatti, si presenta come un “tempo favorevole” per continuare il cammino che viene vissuto in parrocchia/Unità Pastorale o per sperimentare un tratto di strada che da sempre arricchisce il percorso dell’AC. Insieme al ristoro estivo, all’occasione di crescere come bambini e ragazzi, allo spazio per lasciarsi incontrare dal Signore, si può sperimentare la Gioia di essere Chiesa e la novità di mille volti e mille incontri mai casuali.

ORGANIZZAZIONE

Ogni camposcuola è costituito da un gruppo di educatori che decidono di dedicare una settimana della loro estate per mettersi al servizio e accompagnare i bambini/ragazzi alla scoperta delle figure importanti degli evangelisti o dei santi. Questo gruppo è coordinato da un capocampo che, insieme all’assistente, si prende cura di tutti i presenti. Inoltre nella struttura è sempre presente il capocasa, che si occupa della gestione di casa Cimacesta ad Auronzo, e un team di cuochi, che si adoperano per rifocillare i ragazzi per tutta la settimana.

GIORNATA TIPO:

7.30-8.00 Sveglia

Casa Cimacesta – Auronzo di Cadore (BL)

8.30 Colazione

9.15 Lancio mattinata e attiv

ità di gruppo

12.00-12.30 Pranzo

14.00 Attività/gioco del pomeriggio

18.00 Possibilità di partecipare alla celebrazione

19.00-19.30 Cena

20.30 Serata organizzata

22.00 A letto

Date campiscuola ACR 2017

Casa Cimacesta (Auronzo di Cadore)

Mercoledì 14 giugno – Mercoledì 21 giugno: Campo ACR (4^ e 5^ elementare)

Mercoledì 21 giugno – Mercoledì 28 giugno: Campo ACR (1^ e 2^ media)

Mercoledì 28 giugno – Mercoledì luglio: 5 luglio Campo ACR (4^ e 5^ elementare)

Mercoledì 5 luglio – Mercoledì 12 luglio: Campo ACR (1^ e 2^ media)

Mercoledì 12 luglio – Mercoledì 19 luglio: Campo ACR (1^ – 2^ – 3^ elementare)

Mercoledì 19 luglio – Mercoledì 26 luglio: Campo ACR (4^ e 5^ elementare)

Mercoledì 23 agosto – Mercoledì 30 agosto: Campo ACR (1^ e 2^ media)

Mercoledì 30 agosto – Mercoledì 6 settembre: Campo ACR (1^ – 2^ – 3° elementare)

Per rimanere aggiornato sulle attività dell’A.C.R. segui la pagina Facebook e metti mi piace!