Eremo San Leonardo

Il San Martino di Marco

“Fratello c foto-uparissimo, noi attestiamo e confermiamo che d’ora in poi sarai monaco nella nostra Chiesa diocesana e auspichiamo che la comunione spirituale fra noi e te sia sempre più piena e arricchisca di nuovi doni la nostra Chiesa”. Con queste parole il vescovo Corrado ha concluso il rito di professione monastica di Marco Alesiani, la sera di venerdì 11 novembre, festa di San Martino di Tours, nella chiesa parrocchiale di Moriago.
Poco prima davanti a tutta la Chiesa, rappresentata dal Vescovo e dai fedeli presenti, Marco, in ginocchio, aveva espresso la “volontà di seguire Cristo in obbedienza, castità, povertà e stabilità nella vocazione donatami dallo Spirito Santo, ispirando concretamente la mia vita all’Evangelo e alla Regola di San Be
nedetto e vivendo secondo la traccia di vita monastica, scritta dalla sorella Fernanda e approvata dal Vescovo Emerito di questa Chiesa particolare, S. Ecc. Mons. Alfredo Magarotto”. E il Vescovo gli aveva consegnato i simboli della professione monastica: il libro della Liturgia delle Ore e la veste della cocolla.
foto-up-2Alla celebrazione eucaristica con il rito di professione monastica (lo stesso dell’abbazia di Praglia), hanno preso parte quindici sacerdoti – tra loro il vicario generale, l’attuale e il precedente vicario per la vita consacrata, il cancelliere vescovile – due monaci di Praglia (don Sandro Carotta e don Valter Bernasconi) e il monaco camaldolese don Franco Mosconi.
Tantissime persone hanno voluto condividere l’importante evento della vita di Marco. E hanno potuto gustare una liturgia curata, respirando l’atmosfera di preghiera dei monasteri. Molto apprezzata l’animazione musicale del coro parrocchiale di Moriago preparato da Mirco Villanova e diretto da Lamberto Pillonetto. Tra i brani eseguiti l’inno di Camaldoli “Di San Martino la lode cantiamo” e un canto mariano del XVI secolo dell’abbazia di Praglia.

Articolo di: Federico Citron (L’Azione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tempo esaurito. Ricarica il CAPTCHA